La scelta delle piante adatte.

Questo è sicuramente il mese più favorevole per reperire presso i vivai e i garden center tutte le specie e varietà che la fantasia orticola possa suggerire. Solitamente ben disposte su bancali o in cassette a terra troviamo una miriade di perenni in vasetto e sarebbe consigliabile dedicare qualche minuto in più nella scelta scartando innanzitutto quelle evidentemente sofferenti o che presentino addirittura  sintomi di malattie. Sono da considerare anche le dimensioni: eliminando quelle troppo o per nulla sviluppate. Nel primo caso si potrebbe trattare di piante che hanno beneficiato di un surplus di concimazione, aumentando si le dimensioni ma a danno della propria consistenza ed energia, rischiando di deperire in brevissimo tempo una volta trapiantate. Sono facilmente riconoscibili per l’aspetto allungato, esile e scolorito, sintomi anche di una scarsa illuminazione in fase di coltivazione. Per le seconde si dovrà considerare che talvolta alcune specie tardano a svilupparsi, magari allungando prima i fiori (per es Pulsatilla vulgaris), si osservi quindi con calma la presenza di gemme o abbozzi di fiori. Talvolta sono da preferire le piantine basse e compatte dall’aspetto vigoroso. Anche le radici esageratamente sviluppate, folte e talvolta rinverdite dalla luce sono un sintomo di errata coltivazione; fenomeno che si manifesta quando la pianta ricerca avidamente le sostanze che  nel vaso non trova.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *